Movie style by Laura: 12 anni schiavo.. e ancora mi devo riprendere!

20140324-113905.jpg

Sono uscita dal cinema stranamente senza una lacrima versata. Il film era troppo crudo per poter piangere. Come quando un dolore è così forte che non ti scendono nemmeno le lacrime. La storia narrata è una storia vera, già questo mette i brividi. Poi sapere che si parla di schiavitù, cioè della privazione della propria libertà professionale, è ancora peggio! E mi viene da riflettere sulle differenze di quella società, di un’epoca passata e questa. Ci penso e capisco che sono sottili. Anche oggi siamo schiavi in un certo senso: del nostro lavoro, delle nostre responsabilità, dei nostri pregiudizi, delle nostre paure. E poi analizzo le differenze: oggi non veniamo picchiati, ma ricattati psicologicamente. E forse gli schiavi, quelli veri, avevano più dignità: quella di alzare lo sguardo e con la profondità del loro colore incutere timore di un giudizio severo.
Il film narra la storia di Solomon, un uomo libero, un musicista, che vive nello stato di New York. Ha una moglie e due figli. Un giorno viene ingaggiato per un lavoro e gli si chiede di andare sino a Washington, ma ad attenderlo non c’è una carriera, bensì una lunga scalata verso il cammino che allontana dalla libertà!
Viene rapito, torturato e portato nel posto dove gli schiavi vengono venduti e trattati peggio degli animali. Da lì un percorso che analizza la cattiveria dell’uomo, la fragilità, la disperazione, l’impotenza di abbandonarsi al dolore solo per permettersi il lusso di sopravvivere. Ancora oggi c’è chi fa differenza tra bianco e nero, tra cultura e subcultura, tra uomini di prima classe e uomini di seconda. Ancora oggi c’è chi non siede in autobus a fianco ad una persona di colore o chi guarda male uno straniero. Ebbene questo film ci insegna ad avere la dignità di uno schiavo. Perché in qualsiasi condizione ci si trovi, bisogna sempre alzare lo sguardo, prima all’uomo e poi al cielo.
La visione di questo film è sconsigliata a chi è particolarmente sensibile a scene violente e di dolore. Ma per gli altri è una grande lezione di vita.

20140324-113555.jpg

20140324-113608.jpg

20140324-113612.jpg

20140324-113713.jpg

20140324-113721.jpg

20140324-113759.jpg

20140324-113804.jpg

20140324-113811.jpg

20140324-113815.jpg

20140324-113823.jpg

20140324-113827.jpg

Annunci

Un pensiero su “Movie style by Laura: 12 anni schiavo.. e ancora mi devo riprendere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...