Movie Style by Laura: giuro… SMETTO QUANDO VOGLIO!

20140209-213617.jpg

Cosa hanno in comune Pietro Zinni 37 anni specializzato in microbiologia, Alberto Petrelli specializzato in Chimica Computazionale, Bartolomeo Bonelli (Macroeconomia Dinamica), Arturo Frantini (Archeologia Classica), Andrea de Sanctis (Antropologia culturale), Mattia Argeri e Giorgio Sironi (Semiotica interpretativa ed Epigrafia Latina)? Sono tutti ex ricercatori universitari costretti ad arrabattarsi nella vita in lavori a loro poco consoni. C’è infatti chi fa il benzinaio, chi il lavapiatti, chi il giocatore di poker e chi ancora è senza lavoro. Di tutte queste giovani menti Pietro sembra quello più fortunato con un contratto annuale che gli permette di tirare avanti, quando un bel giorno, tutto muta. Arrivano i tagli all’università e viene Pietro licenziato. Non ha il coraggio di dirlo nemmeno alla sua ragazza…

Cosa può fare allora per sopravvivere un “nerd” che nella vita ha sempre e solo studiato? L’idea è drammaticamente semplice: mettere insieme una banda criminale come non se ne sono mai viste. E’ così che vengono reclutati i migliori tra i suoi ex colleghi, che nonostante le competenze vivono ormai tutti ai margini della società.

Iniziano le avventure e i magnifici 7 cominciano a creare un nuovo prodotto, una droga purissima e assolutamente legale… Arrivano i primi soldi e con essi i problemi correlati… La tranquilla vita dello studente si trasforma in quella frenetica dell’imprenditore che gestisce, prodotti e soldi in quantità superiore alle aspettative. Tutto facile perché tanto “Smetto quando voglio”…

Il regista Sydney Sibilia riesce a raccontare con serietà e divertimento il drammatico problema della disoccupazione italiana, della frustrazione che nasce in un giovane laureato e brillante nel vedere che la società non lo aiuta a realizzarsi. Un film che ci fa chiedere perché tanti giovani non abbiano ancora lasciato il nostro Paese e che ci fornisce uno spunto di riflessione su quanti ancora siano i ricercatori “a spasso”.

A tratti esilarante, a tratti duro, il film ci racconta l’Italia degli ultimi anni piena di menti geniali inutilizzate e costrette a lavori totalmente distanti dalle proprie attitudini.

Un film nel quale tutti possono riconoscersi.

20140209-212755.jpg

20140209-212820.jpg

20140209-212836.jpg

20140209-212849.jpg

20140209-212901.jpg

20140209-212918.jpg

20140209-212935.jpg

20140209-213010.jpg

20140209-213030.jpg

20140209-213054.jpg

20140209-213557.jpg

Annunci

2 pensieri su “Movie Style by Laura: giuro… SMETTO QUANDO VOGLIO!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...